Cicatrici: rimedi per guarirle e attenuarle

Cicatrici rimedi

Ecco come trattare le cicatrici: i rimedi principali per accelerare la loro guarigione e per attenuarle, così che dopo l’intervento risultino quasi invisibili.

Le cicatrici possono formarsi in seguito a vari traumi: non solo un intervento chirurgico ma anche una ferita profonda o una lesione ampia. Non dimentichiamo, poi, le cicatrici provocate dall’acne nelle sue forme più acute.

Cicatrici: due rimedi a base di allantoina

In ciascuno dei casi descritti sopra, ma soprattutto dopo un intervento chirurgico, per evitare che la cicatrice diventi ipertrofica, ti consiglio Lesoderm spray, un dispositivo medico che favorisce i processi di ricostituzione dei tessuti e fa sì che la cicatrice guarisca molto prima e si rimargini in modo corretto, senza lasciare segni troppo evidenti. Lo puoi trovare qui: 

Lesoderm spray cicatrizzante piaghe da decubito 50 ml – Cerotto spray per ulcere, piaghe da pannolone, placche da psoriasi e ferite superficiali della pelle
Lesoderm spray cicatrizzante

Puoi utilizzare efficacemente questo cerotto spray a base di allantoina anche per il trattamento delle piaghe da decubito e per la prevenzione delle ustioni da radioterapia.

Ti consiglio di utilizzarlo in caso di arrossamenti, escoriazioni e ferite della pelle mentre ti suggerisco di non applicarlo né sulle mucose (mucose dell’occhio, della bocca, mucose intime) né nelle parti del corpo vicine ad esse. Lesoderm spray, infatti, contiene anche tea tree oil in basse percentuali, una sostanza che, pur avendo riconosciute proprietà disinfettanti e antibatteriche può essere irritante per i tessuti più delicati, come quelli vicini alle mucose.

Per guarire presto e bene dalle cicatrici ho trovato molto, molto utile anche Ointex, un unguento a base diallantoina che, come il prodotto precedente, fa parte della Linea Topica di LNAge e che puoi utilizzare non solo per trattare le cicatrici successive a unintervento chirurgico ma anche per le piaghe da decubito e altre escorazioni  profonde. Lo puoi trovare qui: 

Ointex unguento cicatrizzante per piaghe da decubito

A differenza di Lesoderm Spray, che secca la ferita e favorisce la formazione della crosta, Ointex, grazie a una base di PEG, trattiene la componente acquosa presente negli essudati, evita la formazione della crosta e, quindi, riduce molto il rischio di cicatrici profonde e di altri, fastidiosi inestetismi. Ointex può essere utilizzato nella massima tranquillità anche sulle porzioni dipelle che si trovano in prossimità delle mucose (ad esempio al di sopra delle labbra, in caso di lip lift).

Cicatrici: conoscerle per trattarle al meglio

Per quanto ci sforziamo di individuare i migliori rimedi per le cicatrici, ricordiamoci che sono inevitabili, per quanto possano essere poco visibili (per merito del chirurgo), per questo è importante intervenire con prodotti che sostengano efficacemente questo delicato processo.

Cicatrici rimedi

La cicatrizzazione si completa nell’arco di un anno durante la quale la ferita da rossa diventa bianca. In alcuni casi, quando appunto non viene curata con creme apposite, può diventare spessa e allargata (in questi casi si parla di cicatrice ipertrofica). Le cicatrici atrofiche possono, per esempio, essere una conseguenza molto comune dell’acne.

Quando invece il tessuto necessario per la cicatrizzazione è carente, la cicatrice rimarginata è avallata e assume un aspetto sottile e rugoso, più bianco rispetto alle zone circostante di pelle integra (in questo caso di parla di cicatrici atrofiche).
Le possibilità di eliminare le cicatrici bianche sono molte, come detto si tratta di cicatrici meno ostinate, che possono essere rimosse con semplicità.

Cicatrici atrofiche: i principali rimedi di medicina estetica 

Uno dei rimedi principali per le cicatrici atrofiche è il Laser CO2: stimola la produzione di collagene fibrotico migliorando l’aspetto delle cicatrici.

La microdermoabrasione è una sorta di peeling meccanico: mentre il peeling chimico brucia le cellule della pelle, la microdermoabrasione le raschia via.Questa tecnica viene utilizzata per rimuovere cicatrici da acne, cicatrici chirurgiche, per levigare le rughe e attenuare l’invecchiamento cutaneo.

Altra soluzione efficaceh è il needling che stimola la produzione di collageneed è preferibile sia preceduto da una fase preparatoria nella quale si applicano sulla pelle creme a base di vitamina A ed E. Il needling è un trattamento perfetto anche per le smagliature, caratterizzate da un deficit del derma dovuto alla rottura delle fibre elastiche.

peeling chimici sono indicati per cicatrici recenti: le sostanze utilizzate favoriscono la rigenerazione della cute che appare uniforme.

Sia per le cicatrici atrofiche che per le cicatrici ipertrofiche possono considerarsi rimedi utili  sia l’acido glicolico che il tricoloroacetico. I filler, invece, sono ideali per cicatrici atrofiche.

Cicatrici ipertrofiche e cheloidi: consigli per trattarli e ridurli

Le iniezioni di cortisonici sono utili per trattare cicatrici ipertrofiche e cheloidi e comportano un abbassamento e una riduzione del loro volume. Ti consiglio un ciclo di trattamenti che avviene con una seduta al mese per otto mesi. Ecco un esempio concreto per capire come funziona.

Altro trattamento medico davvero interessante è il pb serum. Il trattamento consiste in infiltrazione (iniezione intradermica), su un’area da trattare, attraverso la combinazione di tre enzimi (cocktail di enzimi) durante una serie di sedute raccomandate dallo specialista, garantendo risultati prolungati e molto efficaci. Questo genera la riduzione di alcune patologie specifiche (come la cellulite, il grasso localizzato, la flaccidità e le cicatrici)
Questa biotecnologia utilizza una serie di enzimi liofilizzati che, interagendo con il corpo, possono generare cambiamenti sorprendenti. 

Marina Goldoni

Da sempre amante della bellezza in ogni sua forma, alla ricerca costante di rimedi low cost. Sono attenta anche a tematiche di medicina estetica e sono favorevole alla chirurgia plastica, ma solo con medici degni di questo nome.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *