Punto vita da vespa: ecco come

Punto vita da vespa

Una mattina mi sono svegliata e ho visto che stavo diventando un tubo: è per questo che oggi voglio parlarti del punto vita da vespa! Anche io, infatti, ho deciso di correre ai ripari.

All’inizio, frastornata, mi sono misurata il punto vita: quanti centimetri di più.

Poi, cercando in rete, ho trovato degli esercizi davvero utili e interessanti per avere un addome perfetto e un invidiabile punto vita da vespa. Ti consiglio soprattutto quelli di Dakidissa ma anche molti altri, che trovi sotto e che ti consiglio di fare spesso.

Ginnastica ed esercizi per un punto vita da vespa

Favoloso anche l’hula hoop per avere un punto vita scolpito! Attenzione però: il movimento deve sentirsi bene e il cerchio deve pesare almeno 2Kg.

just be……® Cerchio Hula Hoop per Esercizi fisici – Arancione 1,2Kg
Hula Hoop per gli esercizi che ti fanno avere un punto vita da vespa.

Trucchi, accessori, consigli per il tuo addome e il tuo giro vita

Il trucco più bello che ho scoperto però è il corsetto. Te ne propongo uno ottimo per questo scopo qui sotto:

TWINSFLAME Corsetto Latice Elastico Waist Trainer Bustino Shaper Perdita di Peso

e anche questo piu’ costoso e traspirante GOWINEU Corsetto Traspirante in Vita in Lattice Corsetto Snellente Sottoseno in Vita Cincher Tummy Control Corsets

GOWINEU Corsetto Traspirante in Vita in Lattice Corsetto Snellente Sottoseno in Vita Cincher Tummy Control Corsets

Ecco quali sono le regole fondamentali affinché funzioni:

  • opta per un corsetto sottobusto, con stecche di acciaio. I corsetti con le stecche di acciaio tendono infatti ad essere fatti molto bene e sono in grado di ridurre le dimensioni della vita in maniera significativa, se indossati costantemente;
  • Il corsetto deve essere comodo: il nostro obiettivo è quello di avere un punto vita da vespa ma senza dovere patire le pene dell’inferno;

Ricordati che se stringi il corsetto e senti dolore e hai difficoltà a respirare non va bene.

Ricorda anche che non sono i fianchi ad essere compressi, ma la vita. Le coste fluttuanti si adeguano piano piano alla forma del corsetto ed i tessuti si compattano  (ideale per prolassi addominali).

Come utilizzare il corsetto

Il corsetto dovrebbe essere utilizzato dalle 3 alle 6 ore al giorno, per ottenere una riduzione della vita evidente. Indossalo solo fino a quando lo senti comodo, non di più.

Puoi indossare il corsetto durante la maggior parte delle attività quotidiane, anche se non è consigliato durante l’esercizio fisico.

Ricorda che, anche se alcuni siti sul corset training raccomandano di dormire con il corsetto, non è una cosa consigliabile. Questo allenamento deve essere fatto con moderazione. Indossare un corsetto dalle 3 alle 6 ore al giorno è più che sufficiente.

recensioni di amazon
Se siete indecise tra due taglie consiglio quella più piccola. Ottimo prodotto, già riordinato una seconda volta in quanto FUNZIONA!! Lo tengo da circa 2 mesi 3/4 ore al giorno e la mia vita è notevolmente assottigliata, ho imparato ad avere un portamento più corretto in quanto sorregge bene la schiena e per chi ha dolori muscolari é un toccasana. Se avete un abito aderente da indossare e volete nascondere qualche rotolino questo corsetto è ciò che fa per voi, dona una siluette INVIDIABILE e non si nota sotto i vestiti Consigliato anche per chi é a dieta, se indossato riduce il senso di sazietà. Uno dei migliori acquisti effettuati qui su Amazon, spedizione super rapida

E per chi , d’estate ha troppo caldo per usare il corsetto questa cintura e’ perfetta per restringere ed esaltare il punto vita

Moda donna donne elastico cintura alta vita legare vita Black

Un consiglio professionale sui corsetti

Riporto le affermazioni di quella che ritengo la più brava estetista in circolazione: Josana Jossi Vitali.

Bisogna prima capire cosa è, in cosa consiste e cosa serve per ottenere il meglio da questo genere di pratica per non fare danni.
Il corsetto, se usato correttamente, non solo modella la figura, ma serve anche a sostenere la schiena e migliorare la postura.
Il modello da scegliere (c’è ne sono 6-7 tipologie differenti, tra le più importanti) varia in base alla fisicità, alla forma iniziale del corpo, al risultato che si vuole ottenere ed anche all’estetica. Anche il tempo di utilizzo è graduale.
Insomma, molti fattori da considerare.

Ragazze, si tratta DI SCIENZA! Il corpo ha grandissime capacità di modificare e di essere modificato, soprattutto con supporti che creano gradualmente delle spinte, seppur lievi, direzionali e costanti.
Un esempio? Lo stringivita.
Un altro esempio? Il busto correttivo.
Un altro ancora? Le mascherine dentali Invisalign.
E possiamo continuare ancora e ancora.

Una spinta costante e protratta può modificare LO SCHELETRO (basti pensare ad una postura scorretta creata da una posizione abitudinaria).
Tutti i TUTORI, rigidi, fissi, amovibili, FUNZIONANO.
È la costanza e la ritenuta della pressione a fare la differenza.

Marina Goldoni

Da sempre amante della bellezza in ogni sua forma, alla ricerca costante di rimedi low cost. Sono attenta anche a tematiche di medicina estetica e sono favorevole alla chirurgia plastica, ma solo con medici degni di questo nome.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Maschietto Gabriele ha detto:

    Ottimo olltre per il giro.vita anche per la postura..

  2. Marina Goldoni ha detto:

    grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *