Ceretta “araba”: cos’è e come usarla

La depilazione è senza alcun dubbio uno degli argomenti più attuali e ricorrenti soprattutto per le donne, anche se ormai molti uomini hanno abbandonato la concezione di virilità legata al petto villoso e preferiscono, invece, sfoggiare un corpo perfettamente glabro rubando i trucchi del mestiere alle compagne.

Sono tantissime le tecniche di depilazione ed epilazione al punto che esistono ormai centri estetici che si occupano solo di questo, soprattutto quando si tratta di laser o luce pulsata. Molte donne, però, preferiscono non abbandonare le tecniche classiche, vuoi per abitudine, vuoi per i costi delle nuove tecnologie decisamente più alti rispetto a quelli di una classica ceretta.

E in questo contesto che assume la sua importanza la “ceretta araba”, nota anche come ceretta tunisina, Halawa o Sokkar. Si tratta di una tecnica di depilazione fai da te molto antica che si fa risalire addirittura agli Egizi.

In che consiste la ceretta araba?

La depilazione con la ceretta araba viene effettuata senza strisce depilatorie previa applicazione di un composto realizzato con acqua, zucchero e succo di limone. Molte donne preferiscono aggiungere anche un po’ di miele per le sue proprietà naturali emollienti che vanno ad aggiungersi alla risaputa caratterista disinfettante del limone: questo mix del tutto naturale permette di ridurre al minimo le irritazioni.

Abbiamo provato la ricetta suggerita da questa guida di bellezza e ve la suggeriamo:

  • 200 grammi di zucchero
  • 25 grammi di acqua
  • 25 grammi di succo di limone

In un pentolino sciogliete lo zucchero nell’acqua e poi aggiungete il succo di limone. Mettete sul fuoco e mescolate fino a quando il composto “bollirà” formando delle bolle bianche. Continuate a mescolare fino a che il composto non diventa giallino e poi color ambra. Quindi trasferite in una ciotola di vetro e fate raffreddare. Potete aggiungere anche un cucchiaino di miele per rendere il composto più delicato.

Quando il composto sarà tiepido ed avrà la consistenza del pongo applicatelo nella zona interessata nel verso del pelo, dunque tiratelo via come una normale striscia depilatoria.

Infine, detergere l’area con acqua tiepida e sapone delicato ed applicare, se necessario delle creme o gel a base di aloe.

Marina Castagnetti

Marina Castagnetti

Da sempre amante della bellezza in ogni sua forma, sono alla costante ricerca di rimedi e soluzioni naturali, valorizzando quelle che ritengo migliori. Mi interesso anche a tematiche di medicina estetica e sono favorevole alla chirurgia plastica, ma solo con professionisti d'eccellenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Posso aiutarti?

Contattami qui su WhatsApp!

×