Rinoplastica: dimezza il gonfiore

Cosa fare dopo un trattamento di rinoplastica, quando ci coglie il gonfiore da intervento? Prima e dopo è possibile mettere in atto accorgimenti e rimedi naturali e cosmetici che ti consentono uno sgonfiamento più veloce e indolore.

Purtroppo gli interventi chirurgici estetici, a fronte di un risultato che può essere ottimo, provocano inizialmente un gonfiore scoraggiante.

Qui di seguito ti racconto i rimedi per prevenire e attenuare il gonfiore da intervento, sgonfiarsi il prima possibile ed evitare che un problema temporaneo diventi permanente.

Nutrienti e cosmetici per il gonfiore da intervento

Prima dell’intervento prendi Arnica Compositum (2 compresse per tre volte al giorno) e C Tard (2 compresse al giorno): sono degli antinfiammatori naturali.

L’importanza dell’Arnica si capisce meglio grazie alle parole di una mia amica che è intervenuta in proposito sul Forum Alfemminile:

Comunque l’arnica assunta dopo l’intervento non ha senso.
Va assunta prima perché il corpo va aiutato ad affrontare l’intervento, io l’ho presa quasi due mesi prima e dopo l’intervento un altro mese, giuro che non avevo neanche mezzo ematoma, e considera che ho i capillari molto fragili, una piccola botta e compaiono milioni di lividi. Nessun medico la consiglierebbe solo per il post, non sono farmaci, il corpo inizia a beneficiare degli effetti dell’arnica dopo almeno 2 settimane, aiuta anche alla riduzione del gonfiore favorisce l’assorbimento dei liquidi (sangue).L’arnica non ha marche diverse! Si chiama arnica piu’

Decisamente meglio dell’arnica heel (utile in chi non usa anticoaugulanti) e per chi vuole una azione incisiva arnica montana presa per almeno un mese prima : 5 granuli , 3 volte al giorno

Cemon 20769 Arnica Montana 200Ch Granuli

\

Dopo l’intervento è utile assumere anche Bromelina 500 mg: estratta dall’ananas, favorisce le funzioni digestive e la microcircolazione.

Bromélaïne 500 mg 30 tablets

Per i lividi utilizzate Kelairon: una crema apposita.

Kelairon crema

e anche questa e’ favolosa bioderma cicabio

Rimedi naturali e buone pratiche per evitare il gonfiore

Per evitare il gonfiore da intervento è utile anche seguire queste indicazioni:

  • Applica del ghiaccio per ridurre il gonfiore del viso dopo l’intervento di chirurgia estetica facciale. Anche se sono state applicate delle bende si può lenire la zona utilizzando del ghiaccio anche sopra il bendaggio. Chiedete al chirurgo se potete effettuare queste applicazioni e per quanto tempo: IMPORTANTISSIMO NON USARE GHIACCIO SU INNESTI O ZONE FRAGILI

QUESTI INTEGRATORI SONO DA EVITARE SE SI ASSUMONO ANTICOAUGULANTI

Tieni la testa in alto. È importante che il capo si trovi sempre a un’altezza superiore rispetto al cuore, anche quando dormi o riposi. Allo stesso modo, evita di piegarti in avanti, soprattutto quando cerchi di limitare il gonfiore.

  • Non è facile trovare una posizione comoda per dormire, dato che devi tenere la testa sollevata.
  • Prova a dormire con 4  cuscini sotto la testa. Accertati di essere adeguatamente sollevato 
  • Non devi piegarti in avanti nelle prime 3 settimane dopo l’intervento e non sollevare carichi pesanti.Mi raccomando queste azioni peggiorano il gonfiore.
  • nel primo mese può essere utile un delicato massaggio, non tanto sopra la parte alta del dorso ma nella zona che resta sopra alla punta(informati dal tuo medico), la zona “suvratip”. faciliterà l’adattamento della pelle e la definizione della punta.
  • Alla sera, prima di coricarsi, posizioni ( esercitando una moderata pressione) un cerottino di carta da cm.1,25 sulla zona del suvratip, che avrai cura di rimuovere al mattino. Infatti e’ utile mantenere  uno steristreep di traverso nella zona del supratip cioè subito dietro la punta perché soprattutto se la cute è spessa e/o si tratta di una secondaria/terziaria c’e rischio di fibrosi ( ogni reintervento tende a indurre maggior tessuto fibroso cicatrizzando)

CAMMINA. Rimettere in movimento il corpo ti permette di evitare pericolosi inconvenienti nel post operatorio, oltre che riattivare e rendere più efficace il sistema linfatico necessario per il controllo di tutti i liquidi corporei in generale, e quindi il drenaggio di aree dove c’è un ristagno.

Fatti fare il taping da un esperto nel settore ; Utile un taglio del tape molto sottile e una applicazione leggera tenendo in considerazione la direzione del sistema linfatico secondo le stazioni linfatiche del viso .

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

Se non hai la cute lesa e vascolarizzata (come nel mio caso) prova i sali del benessere della kaligea . Sono miracolosi. SOLO SU PELLE NON LESA

SALI BENESSERE 150G

Commenti da Facebook

Marina Castagnetti

Da sempre amante della bellezza in ogni sua forma, alla ricerca costante di rimedi low cost. Sono attenta anche a tematiche di medicina estetica e sono favorevole alla chirurgia plastica, ma solo con medici degni di questo nome.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *