MA LA GINNASTICA FACCIALE PUO’ SOSTITUIRE UN LIFTING?

articolo di PAOLA VENTURI

Ormai sono diversi anni che mi occupo di ginnastica facciale ,su questo gruppo ne parlo spesso e in tante mi chiedete se funziona davvero.
Non sono un insegnante perché non mi sono mai certificata, ma in 20 anni ho letto tanto e ho partecipato a molti corsi con varie insegnanti. Da sempre mi interesso di medicina estetica chirurgia plastica, fisionomia del viso , di metodiche naturali come la ginnastica facciale e cosmesi.
Ad oggi posso affermare che se non avessi praticato in questi anni la ginnastica facciale , il mio viso sarebbe diverso, ovviamente in peggio. Questo perché ho notato che ,nel momento in cui sospendo gli esercizi il mio viso cambia. Sono 54 muscoli facciali e allenarli quotidianamente è senza dubbio un modo naturale ed efficace per ritardare gli inevitabili segni del tempo e per posticipare un eventuale lifting .La ginnastica può evitare o ritardare trattamenti estetici o chirurgici , ma ha i suoi limiti, i risultati sono diversi da un lifting chirurgico, ma se eseguita nel modo giusto, regala molte soddisfazioni. L’età con cui si inizia la ginnastica é importante, come lo è la costanza con cui ci si allena, la qualità degli esercizi, lo stile di vita, l’esposizione solare e dal nostro Dna.
Gli esercizi sono utili per prevenire e rallentare l’invecchiamento della pelle causato dai tanti fattori della vita quotidiana; la pelle e i tessuti vengono ossigenati, oltre che tonificati, e si favorisce anche l’assorbimento dei prodotti cosmetici di bellezza.  Diciamo che ,se eseguito con costanza è sicuramente paragonabile ad un effetto biorivitalizzazione, ma molto più conveniente e privo di il disagi come piccoli ematomi che puo lasciare l ago. Utilissimo eseguirlo per qualche mese prima di un lifting, in questo modo si spiana la strada al chirurgo, dove trova i tessuti in ottimo stato e ben ossigenati , quindi si agevola il suo operato. Non a caso se siete fumatrici, un chirurgo serio dovrebbe rifiutarsi di operarvi non prima di qualche mese di astinenza dal fumo; proprio per un problema di cicatrizzazione dei tessuti nel post operatorio ,che in una fumatrice risultano poco ossigenati. Oltretutto andate ad accelerare il processo di guarigione, che accompagnato alla ginnastica e ai massaggi(non prima di qualche settimana dall’intervento)  sarà notevolmente veloce.
Quindi in parole povere che risultati dovete aspettarvi dalla ginnastica??? Sicuramente buoni, a volte ottimi, il risultato può essere soggettivo.
Bisognerebbe iniziare verso i 30 anni, in questo modo possiamo arrivare a 50 anni ancora con un bel viso e contrastiamo negli anni la forza di gravità ,mantenendo una buona tonicità dei tessuti. Questo vuol dire che a 50 o 60 non serve a nulla?? Certo che no, ma tutto sta nelle aspettative che ci poniamo.

un esempio: 

questa è una ragazza che non presenta grossi problemi di lassità o rughe e quindi si nota come ha modificato in meglio il suo viso anche nella forma, decisamente più sodo e tonico con un incarnato migliore .
Perciò se iniziamo ai primi segni di cambiamento o comunque in giovane età ,i risultati saranno veloci e soprattutto possiamo mantenerli nel tempo .

.Ma cosa  accade se ci approcciamo alla ginnastica ad una certa età? Quindi a 50/60 anni quando i tessuti presentano già un lassita’.

 

Dalle foto di queste belle signore possiamo osservare il prima e il dopo. La pelle é più luminosa e idratata e il viso cambia consistenza. I tessuti sono più compatti e tonici. Andremo inoltre a migliorare la mimica facciale; con un viso più espressivo e una capacità comunicativa più intensa. Ma la ginnastica non ha il potere di sollevare tutta la fascia muscolare e nonostante l’ovale del viso di queste donne resta irregolare , presenta decisamente una tonificazione e una compattezza diversa rispetto al prima.

A volte vediamo donne con lassità importanti dove la pelle si stacca dal muscolo e scende verso il basso .Con la ginnastica questo non accadrà, sicuramente avverrà un cedimento dei tessuti perché impossibile contrastare l’ invecchiamento e la forza di gravità ,
ma il viso risulterà comunque più sano . Il collagene è la proteina più abbondante nel corpo e nel viso; mantiene la pelle nella sua struttura e forma il tessuto articolare tra i muscoli e le ossa.
Il nostro corpo produce naturalmente collagene, ma con l’età, la produzione di questa importante proteina diminuisce.

Di conseguenza, la pelle diventa meno elastica e le rughe iniziano a diventare visibili.
Man mano che i livelli di collagene naturale diminuiscono, diminuisce anche la quantità naturale di grasso negli strati più profondi della pelle. Ciò lascia uno spazio non occupato sotto gli strati della pelle, che può causare la caduta o il cedimento di un punto in cui era ferma. . La ginnastica facciale aiuta ad aumentare la produzione di collagene ed elastina, che donano alla nostra pelle elasticità, forza e lucentezza.
Altro discorso sono alcuni risultati eclatanti attribuiti alla ginnastica facciale ,come questa foto decisamente un fake.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ginnastica-facciale-vecchissima.jpg
Questo risultato con la ginnastica é assolutamente impossibile ottenerlo ,proprio perché come potete notare nel prima, la signora presentava una notevole lassità e la pelle era già distaccata dal muscolo. Quindi o urliamo al miracolo o qui c è la mano del chirurgo. Proprio perché la ginnastica ha i suoi limiti ,alcuni presunti insegnanti vogliono far credere che si possa sostituire alla chirurgia ,ma non é cosi, semplicemente invecchiamo meglio. .
Tutto sta nelle aspettative che ci poniamo, ovviamente c è chi arrivata ad una certa età non si accontenta più della ginnastica e per un proprio disagio decide di sottoporsi ad un lifting chirurgico, ma comunque resta fondamentale praticare gli esercizi nel pre e post operatorio . Al contrario c’e chi preferisce invecchiare al naturale e anche quando insorgono piccole lassità  rimane sempre un viso luminoso, con poche rughe e privo di cedimenti importanti .La ginnastica andrebbe svolta in via di prevenzione, da affiancare ad altre sinergie importanti, come la stimolazione della pelle nel produrre collagene, ad esempio con il Retinolo (vitamina A) e con trattamenti di fotoringiovamento; questo perché dopo i 30 anni il rinnovo cellulare rallenta e quindi dobbiamo stimolarlo.
Ci sono poi alcune zone critiche come il collo, che nemmeno la chirurgia può dare risultati duraturi per questa parte del corpo. Pensare di risolvere problemi estetici solo con la medicina estetica o porre speranze solo nella chirurgia plastica é assolutamente sbagliato.

Posticipare un lifting il più possibile in là con l’età attraverso la ginnastica ed altre sinergie é la cosa migliore da fare e comunque il risultato dell’intervento varia da soggetto a soggetto ed è condizionato dal tipo di pelle, dal danno prodotto dalle radiazioni solari o dal fumo, dalla struttura ossea sottostante e da una varietà di altri fattori, in primis quello genetico. Al di là di questo il risultato va mantenuto nel tempo ,con un buon stile di vita, buone abitudini e tanta ginnastica. E comunque imparare ad accettare la nostra età é la cosa migliore , non bisognerebbe pretendere di dimostrare 30 anni quando ne abbiamo 50,perché purtroppo diventa per noi un accanimento che ci porta ad inseguire una bellezza a volte troppo finta e artefatta..

La bellezza è armonia e proporzione di forme. Il fascino ha a che fare con l’espressività. Inutile immobilizzare un viso con eccessive sedute di botox, riempirlo di filler ,non fa altro che renderci agli occhi degli altri inaspressive gonfie e soprattutto palesemente rifatte.
Chi vuole esprimere al meglio la propria bellezza deve osservarsi , prendendosi la responsabilità di fare le scelte giuste. Impariamo anche a non inseguire il prototipo perfetto di donna, a lasciare qualche difetto che ci differenzia da una bellezza monotona e tutta uguale. Ovviamente ognuna di noi ha esigenze e gusti diversi e quindi rispettiamolo senza giudicare: l ‘importante é stare bene con se stesse e con gli altri.

Articolo di Paola Venturi

Marina Castagnetti

Marina Castagnetti

Da sempre amante della bellezza in ogni sua forma, sono alla costante ricerca di rimedi e soluzioni naturali, valorizzando quelle che ritengo migliori. Mi interesso anche a tematiche di medicina estetica e sono favorevole alla chirurgia plastica, ma solo con professionisti d'eccellenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Posso aiutarti?

Contattami qui su WhatsApp!

×