Labbra Che Passione : Lip Fencing Foil Technique

autore Massimo Rota

Nessuna descrizione disponibile.

Negli ultimi anni la richiesta di “punturine “ alle Labbra è cresciuta esponenzialmente, fenomeno legato anche all’esplosione dei Social

Media  e nei forum si dibatte su forma, tecniche iniettive , durata dei risultati.

Personalmente mi sono appassionato alle Labbra molti anni orsono   ed è una zona solo apparentemente facile da trattare .

Le labbra sono composte da tessuti delicati , molto vascolarizzate e  innervate e sottoposte ad un continuo movimento h 24.

Queste caratteristiche, unitamente al semplice ma spesso trascurato aspetto che le Labbra debbano integrarsi in modo Armonico al resto del viso lo rendono un trattamento più complesso di quanto si possa pensare .

I fattori che determinano il successo di un “trattamento labbra” sono diversi e tutti molto importanti.

La Domanda posta più frequentemente posta dai Pazienti è : “Quanto dura”? ebbene, nella mia pluriennale esperienza è molto raro che una seduta sia sufficiente a dare risultati nel lungo periodo.

Alle mie pazienti spiego come in base alla situazione di partenza, forma delle labbra, età, genetica individuale e trattamenti eventualmente precedenti ,Si debba affrontare un percorso più o meno lungo.

Altro fattore molto importante è la tecnica iniettiva cosi come lo è la scelta di buon prodotto.

Ad esempio per quanto riguarda il prodotto la paziente pensa che un filler duro, altamente denso ( da zigomo per capirci )durerà più a lungo .

In realtà un aumento volumetrico molto importante con questo genere di filler determinerà solo un costo più alto per la tipologia di prodotto usato , una forte infiammazione del tessuto con conseguente forte attivazione del sistema immunitario che cercherà di rimuovere con più vigore il materiale iniettato, e maggior rischio di effetti collaterali oltre che forme spesso improbabili ( canotti ) .

Per quanto riguarda la tecnica iniettiva è importante in base alla forma delle labbra che si vuole ottenere .

Dopo aver studiato le diverse tecniche iniettive, ad esempio la Lip Tenting, per la quale mi sono recato ad Amsterdam in studio , dal suo inventore , Dr. Tom Van Ejik che mi ha onorato di essere suo allievo , ho messo a punto una mia tecnica che è per riassumere un mix di tecnica verticale ( Russian Lips) , lip Tenting e  di altre tecniche studiate e sperimentate negli anni . Ho dato un  nome a questa tecnica e ho l’onore di insegnarla a corsi e master di medicina estetica.

Il fine della mia tecnica , chiamata Lip Fencing Foil Technique che richiama al mondo della scherma ( in punta di fioretto ) per il simile preciso uso della punta dell’ago mi consente di avere una eversione  o rotazione verso l’alto  del labbro.

Con un profilo quasi piatto ,come la si ha con la tecnica definita “Russa” ma senza quell’artificiosa ( a mio modesto parere )forma geometrica  che raramente si integra con la maggior parte dei visi.

L’Aspetto che  mi più mi piace della mia tecnica e che continuo a studiare ,è il profilo.

Spesso si è portati a pensare al risultato del filler solo in una visione frontale ma il profilo ha la stessa se non maggiore importanza  perchè si deve integrare non solo nelle proporzioni ma anche nell’intero profilo del paziente in modo armonico.

 
Dottore Massimo Rota 
 
 
 
 
https://www.instagram.com/drmassimorota/
il dottore Massimo Rota e’ anche esperto in Sbiancamento dentale e faccette : https://www.medicinadentale.it/

Marina Castagnetti/

Da sempre amanti della bellezza in ogni sua forma, siamo alla costante ricerca di rimedi e soluzioni naturali, valorizzando quelle che riteniamo migliori. Ci interessiamo anche a tematiche di medicina estetica e siamo favorevoli alla chirurgia plastica, ma solo con professionisti d'eccellenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Posso aiutarti?

Contattami qui su WhatsApp!

×