BLEFAROPLASTICA L’ELEZIONE

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è blefaroplasticatop1-2.jpg

Non c’è bisogno di spiegare che cos’è la blefaroplastica, magari qualcuno storpia il nome ma tutti sanno che serve ad eliminare la palpebra cadente. Per avere un aspetto più vivo, più fresco, più giovane quando addirittura non pregiudica la vista. Con questo concetto di pelle palpebrale che “avanza” e occhio chiuso può cominciare un percorso che a volte porta a risultati insoddisfacenti, anche quando la paziente è contenta del risultato, perché comunque ha gli occhi aperti.

A volte la fama e la fiducia nel chirurgo fanno ritenere che quello raggiunto sia il miglior risultato possibile, ma quello che è insufficiente non può essere soddisfacente.  Non mi dilungherò su aspetti tecnici poco comprensibili dal pubblico e che finirebbero per stancare il lettore.

Non esiste una definizione di bello di valore oggettivo né tantomeno di begli occhi perché questo coinvolge anche altri aspetti. In linea generale si cerca la vivacità e profondità dello sguardo, i due elementi che colpiscono immediatamente e favorevolmente l’osservatore, quelli che catturano l’attenzione.  

Un’immagine vale più di mille parole. Di seguito alcune foto di blefaroplastiche presentate come biglietto da visita e che al contrario, per la mia opinione, sono nettamente insufficienti come risultato

 Che cosa accomuna queste pazienti come moltissime altre? La tristezza dello sguardo che appare spento.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è blefaroplastica2-1.jpg

Prima e immediato post intervento  ( Casistica personale )

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è blefaroplastica3-1.jpg

…e dopo circa un mese

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è blefaroplastica4.jpg

Al contrario, correzione di un occhio rotondo

prima un disastro sembra un pesce lesso

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ectoprion1.jpg

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ectoprioncorretto.jpg

E’ inutile continuare perché altre immagini non aggiungerebbero nulla. Invece ritengo utile aggiungere e sottolineare che in una Blefaroplastica  gli elementi da cercare e che cerco sono, la massima apertura dell’occhio ma senza la minima scheletrizzazione dell’arcata superiore, con una certa morbidezza sopraciliare e l’apertura dell’angolo esterno, come risulta evidente nelle foto sopra. E’ questo che produce uno sguardo vivo e giovane. Semplicemente con una scelta accurata della piega sopra-tarsale che deve essere la più bassa possibile e un trattamento adeguato del muscolo orbicolare sul canto esterno. Tutto qua.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è blefaroplasticatop1-2.jpg

In chirurgia non esiste il facile e il difficile, tutto è questione di tecnica. Il mio principio generale è che si deve alterare e correggere il meno possibile andando ad eliminare l’essenziale per arrivare allo scopo. Infatti la Blefaaroplastica è anche un intervento brevissimo, difficile superare la mezz’ora di tempo. Se eseguita correttamente non ci sono edemi né ecchimosi significativi e le attività quotidiane possono essere riprese a brevissimo, il giorno seguente in genere.

Affidati a viaggiobellezza , affidati al meglio 3515961570 

 

 

Marina Castagnetti/

Da sempre amanti della bellezza in ogni sua forma, siamo alla costante ricerca di rimedi e soluzioni naturali, valorizzando quelle che riteniamo migliori. Ci interessiamo anche a tematiche di medicina estetica e siamo favorevoli alla chirurgia plastica, ma solo con professionisti d'eccellenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Posso aiutarti?

Contattami qui su WhatsApp!

×