La verita’ sulle rughe…

 

RUGHE ADDIO

Un eccesso di zuccheri è tra i fattori responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle. Gli zuccheri  innescano un processo di glicazione che indurisce le fibre elastiche e accelera la perdita di tono e definizione favorendo la comparsa di rughe e cedimenti.

Tale processo è denominato “sugar face”

 

Non dormire sulla pancia o sul fianco

Dormendo sul cuscino si esercita una pressione che non è positiva per l’epidermide, fondamentale dormire sulla schiena oppure utilizzare un cuscino apposito.

http://www.emmeciquattro-shop.com/product/10/FEDERA-COSMETICA.html

COPPER BASED TECHNOLOGY

La Federa Cosmetica Cupron nasce da anni di ricerca e sviluppo ed è realizzata con la tecnologia brevettata COPPER BASED TECHNOLOGY, basata su un processo di incorporazione dell’Ossido del Rame all’interno del tessuto. Test clinici hanno dimostrato che il semplice gesto di dormire, per almeno 4 settimane, a contatto con il tessuto Cupron, migliora l’aspetto della pelle e attenua l’aspetto delle rughe e delle linee di espressione.

Meglio non ridere

Le rughe dinamiche si formano per la contrazione dei muscoli del volto.

Ridere come moltissime espressioni facciali costringe la pelle ad “arricciarsi”

Attenzione al 3 c (citta’ , computer e comunicazione) aging, l’invecchiamento dovuto alla luce blu degli schermi e alle radiazioni emesse dalle comunicazioni wireless e per ultimo l’invecchiamento dovuto allo smog

 

Uso dello smartphone

Sono le ‘tecno-dipendenti‘, che leggono e controllano i dispositivi in piedi fino a 150 volte al giorno, piegando la testa verso lo schermo. Una postura che, alla lunga, causa i segni sul collo.

Secondo gli esperti questa costante flessione porta ad un rilassamento cutaneo nella zona del collo, le guance tendono a scendere e si forma una piega sopra la linea delle clavicole: una condizione che i dermatologi hanno ribattezzato ‘tech-neck’. “Il problema delle rughe sul collo, legato a un eccessivo utilizzo di tale e smartphone, è aumentato negli ultimi 10 anni e sta diventando insidioso soprattutto per le donne giovani”, conclude Christopher Rowland Payne, dermatologo britannico che, insieme ai suoi colleghi, lancia l’allarme dalle pagine del ‘Telegraph’.

Sole amico nemico:

I raggi UVA causerebbero un invecchiamento precoce della pelle. Ne sono convinti i ricercatori della North western Università di Chicago che hanno voluto divulgare la foto proprio come prova “concreta” del fatto. L’aumento delle rughe e l’ispessimento graduale della pelle del paziente solo sul lato sinistro del viso non lasciano dubbi sulla pericolosità di un’esposizione al sole senza protezione.

raggi solari.

In particolare i responsabili sarebbero i raggi UVA che, passando attraverso il finestrino del veicolo, sono penetrati attraverso l’epidermide fino a raggiungere gli strati superiori del derma. Meno energetici dei raggi solari UVB, che tuttavia sono in gran parte filtrati dall’ozonosfera, gli UVA sono associati a mutazioni del DNA e diretta tossicità responsabili dell’insorgenza di alcuni tumori cutanei, come il melanoma.

Purtroppo, il 99% dei raggi solari che arriva sulla superficie terrestre è formato da UVA, che penetrano in profondità nella pelle.

Consiglio assolutamente di usare una protezione 50 , ancora meglio 100  sempre anche in casa – e anche in inverno . Ricordatevi e’ la prima cosa da fare per avere  – conservare una pelle giovane.

Mi hanno parlato benissimo di questa crema che testero’ a breve: https://www.isdin.com/it/prodotto/foto-ultra-isdin/active-unify-fusion-fluid-spf-100

 

Ma ricordatevi non solo il sole invecchia la pelle la protezione andrebbe usata sempre : Dopo i raggi ultravioletti, quelli infrarossi e l’inquinamento, è la volta della luce blu ad invecchiare la pelle? A nuove abitudini, come quella di consultare anche la notte lo smartphone o il tablet per controllare la posta e i social, corrispondono nuovi crucci estetici. La luce HEV (acronimo di High-Energy Visibile light ovvero la luce blu-violetta, che fa parte dello spettro visibile) emessa dagli schermi in modo concentrato, è ora sotto accusa perché sarebbe in gradi di provocare nuove macchie scure sulla pelle, rughe e colorito grigiastro. Per non considerare le occhiaie e le borse sotto gli occhi, che una notte frammentata a guardare il telefonino regala di sicuro.

Per avere una pelle da favola consiglio questa beauty routine da i 7 riti di bellezza giapponesi:

TAPPA 1: L’OLIO STRUCCANTE
Il vero segreto delle giapponesi è in questo primo step, che è anche il passaggio che crea più scetticismo: struccare il viso con un olio démaquillant. Secondo il principio “il simile scioglie il simile”, l’unica cosa che permette di pulire la pelle in profondità è una sostanza grassa, come un olio vegetale biologico (d’oliva, di nocciolo d’albicocca,di mandorla dolce, di camelia, di argan,di avocado, di jojoba,di rosa mosqueta,…), da risciacquare con l’acqua.
TAPPA 2: LA DETERSIONE
Con il viso ancora inumidito dall’acqua, per dissolvere ogni eccesso d’olio, è importante detergere il viso con una schiuma delicata, da risciacquare poi nuovamente, che purifica e dà una prima idratazione. Il sapone liquido è più igienico di quello solido e si scegliere in base alle caratteristiche della propria pelle, per esempio il sapone di Aleppo è consigliato contro acene e psoriasi, mentre quello al latte d’asina va bene anche per le pelli più secche.
TAPPA 3: LA LOZIONE
L’acqua usata nei primi due step, soprattutto se si vive nelle grandi città dove il grado di ossidazione è più alto, ha inevitabilmente depositato del calcare sulla pelle, ostruendo i pori. Per tonificare, riequilibrare ed eliminare la sensazione di pelle che tira, il prodotto da usare è la lozione (come le acque floreali, l’aceto di mele o di lavanda e il succo di limone) da passare sul viso delicatamente con un dischetto struccante, oppure da vaporizzare direttamente sulla pelle e asciugare con un fazzoletto di carta (o, se la pelle non è secca, lasciare asciugare da sola).
PS: per ottimizzarne gli effetti, il segreto è inumidire un fazzoletto con la lozione creando una maschera di cotone da tenere in posa finché non si asciuga.
TAPPA 4: IL SIERO
Finita la preparazione si passa alla cura con un trattamento da scegliere in base ai bisogni: antirughe, riparatore o anti-macchie. Ne basta una noce da applicare (senza dimenticare il collo!) con la punta delle dita e movimenti circolari.
Attenzione: il siero ottimizza gli effetti della crema da applicare successivamente ma non la sostituisce.
BREAK – Lascia passare qualche minuto, approfittando del tempo per lavare i denti.
TAPPA 5: IL CONTORNO OCCHI
Spesso dimenticata, la zona del contorno occhi è quella più delicata dove la pelle è più sottile, quindi ha bisogno di una texture su misura, perché quella di sieri e creme per il viso sono troppo aggressive e possono peggiorare i risultati. La quantità dev’essere poca e la pressione leggera, da fare quindi con l’anulare.
TAPPA 6: LA CREMA
A questo punto serve una texture idratante e nutriente che, se applicata al mattino, deve avere anche filtri Uv per proteggere da sole e aggressioni esterne. Si può sostituire anche con un olio biologico.
TAPPA 7: IL BALSAMO LABBRA
Il tocco finale del “layering” è sulle labbra, per proteggerle da umidità, aria secca, sbalzi di temperatura e disidratazione con un balsamo da tenere sempre in borsetta.
Tip: per esfoliare le labbra e stimolare la circolazione sanguigna, passa sulla bocca uno spazzolino da denti con le setole morbide.

DA 7 RITI DI BELLEZZA GIAPPONESI

Cute Fotoinvecchiata

 

 

 

Addome perfetto

Alcuni semplici rimedi per eliminare il grasso addominale

Analizziamo le cause: può dipendere da gonfiori addominali …che possono essere causati da problemi intestinali ma anche da ansia o stress.

Ma ricordiamoci se i centimetri in eccesso sono costanti , la causa puo’ essere anche la cattiva postura , CHE SPINGE IN FUORI la pancia perdendo in tonicità…..Ragazze la postura e’ fondamentale addome contratto. …sempre..

Leggi tutto “Addome perfetto”